La Guida più Completa ai Mercatini di Natale 2017

Storia dei Mercatini di Natale

Storia dei Mercatini di Natale

Storia dei Mercatini di Natale

Storia e origini
Contrariamente a quanto si potrebbe credere, esistono alcune date che attestano l’inizio dei Mercatini di Natale in Alsazia e in alcune città della Germania.
Si tratta di Strasburgo (dove venne organizzato il primo Mercatino precedente al Natale in cui fu permessa la vendita delle carni) Dresda e Norimberga.

La riforma Protestante
I primitivi Mercatini di Natale avevano il nome di Mercatino di San Nicola, essendo organizzati intorno alla festa del santo (6 dicembre). Con la riforma protestante (1517) e il conseguente abbandono del culto dei santi, il Mercatino prese il nome di Christkindlmarkt cioè Mercatino del Bambino Gesù.

Mercatini Tradizionali
Ancora oggi i mercatini di Natale tedeschi mantengono il nome di Christkindlmarkt oppure Weihnachtsmarkt, cioè Mercatino dell’avvento.
Fino a tempi piuttosto recenti, infatti, il Mercatino di Natale terminava il 24 dicembre mantenendo la sua stretta connotazione di Mercatino del periodo dell’Avvento.
Solo con il successo commerciale dell’evento alcuni mercatini sono stati prolungati sino al 1 gennaio o anche fino al 6 gennaio.
In alcune località, come per esempio a Vienna, assistiamo alla differenziazione in Mercatino dell’Avvento e Mercatino di Capodanno, mentre in altre il Mercatino chiude tassativamente i battenti il 24 dicembre.

Mercatini di Natale in Italia
I mercatini si sono diffusi nell’arco alpino (Germania, Austria e Francia) per approdare in Italia solo in tempi piuttosto recenti. Il Mercatino di Bolzano è del 1990.
Dal capoluogo trentino i Mercatini di Natale si sono diffusi nelle vicinanze: insieme a Bolzano, Bruinico, Bressanone, Vipiteno e Merano. Sono il così detto percorso 5 stelle che consente di visitare mercatini simili e di lunga storia.
In seguito la tradizione dei Mercatini di Natale si è allargata in tutto il Trentino Alto Adige con altre località che hanno grande importanza in questo senso.
Passando in tutto l’arco Alpino e coinvolgendo località del Piemonte e della Valle d’Aosta i Mercatini di Natale sono andati ad inserirsi nelle tradizioni storiche locali, come quella dei presepi di Bologna e Napoli o delle fiere nelle piazze delle grandi città.

Tipologia dei Mercatini
Oggi, solo in Italia, sono diverse centinaia gli eventi che si fregiano della dicitura di Mercatino di Natale. In Italia non esiste un’organizzazione unica per i Mercatini di Natale, né dei criteri istituzionalizzati che ne determino il titolo, per cui spesso si parla di “Mercatino Tedesco”, per indicare il Mercatino realizzato secondo la tradizione germanica con prodotti dell’arco alpino e casette in legno, Mercatino Tradizionale o a chilometro zero ecc. ad indicare le altre tipologie.

Lascia una recensione

L'indirizzo email non verrà pubblicato.