La Guida più Completa ai Mercatini di Natale 2019

Come riporre gli addobbi Natalizi

Come riporre gli addobbi Natalizi

Come riporre gli addobbi Natalizi

Le feste volgono al termine e, purtroppo ci troviamo costretti a riporre i nostri Addobbi Natalizi e le decorazioni che hanno rallegrato la nostra casa per buona parte del passato periodo.
Ma niente paura, tra appena 12 mesi sarà di nuovo Natale e potremo tirare fuori i nostri addobbi e ricominciare a decorare alberi, stanze, pareti e tavole.

Booking.com

Ma come fare a non sciupare gli addobbi natalizi che tanto abbiamo amato? Il rischio di riporre un nastro d’argento e ritrovarsi con un groviglio indistricabile è piuttosto alto, mentre quella bellissima pallina di vetro soffiato sopravvissuta a gatto e nipote, deve terminare i suoi giorni frantumata tra una corna dell’ avvento e un babbo natale di plastica?
Vediamo alcuni consigli per salvaguardare le nostre decorazioni per i prossimi dodici mesi.

Riporre l’albero di Natale (artificiale)

Non sono poche le persone che vorrebbero “incelofonare“ l’abete con tanto di lucine e nastri, ma dato che questo non è possibile ecco come tenerlo al meglio.
  • Togliere tutti gli addobbi stando attenti ai rami interni
  • Passare uno spolverino tra i rami e vicino al tronco per togliere polvere e residui di nastri e decorazioni
  • Ripiegare accuratamente i singoli rami
  • Legare con un nastro (meglio utilizzare un nastro “largo” rispetto allo spago che potrebbe sciupare l’albero) i rami ben vicino al tronco in modo che prendano meno posto possibile.
  • Riporre i vari pezzi dell’ albero nella scatola originale se si ha ancora o in altra scatola di misura adatta. Nel caso in cui non si abbiano delle scatole o non si abbia lo spazio per un contenitore, chiudere l’albero con dei sacchetti di plastica al fine di preservarlo dalla polvere e bloccare i sacchetti con del nastro adesivo da pacchi.

Riporre l’albero di Natale (naturale)

Se si è deciso di fare l’albero “vero”, gli ecologisti consigliano sempre quelli con le radici. Se passato il periodo delle feste, il riscaldamento, i girotondi dei bambini e gli attacchi dell’animale domestico, l’albero è ancora vivo, allora è possibile ripiantarlo.
Chi non dispone di un giardino da adibire a pineta, può rivolgersi al vivaio in cui lo ha comprato o fare una ricerca su internet per conoscere le oasi di “recupero” per alberi di Natale.
Se si è scelta la via meno ecologica (albero vero e reciso) mi auguro che abbiate almeno il caminetto! ?

Riporre le luci Natalizie

Una delle prime cose da fare prima di riporre le luci (e che generalmente non facciamo) è quella di controllare che siano ancora tutte funzionanti.
Se le lucine sono ancora in buono stato è possibile ridurne l’ingombro arrotolarle e poi fermandole con nastro adesivo. Sconsiglio quello da pacchi che può lasciare dello sporco una volta rimosso. Meglio il nastro-carta.
La soluzione ottimale per riporre le luci sarebbe tagliare un coperchio di cartone a misura con due cunei sul lato corto. Utilizzando il cartone come base è possibile arrotolare le luci natalizie e bloccarle al cartone stesso.
Una volta ripetuta l’operazione per tutti i fili di luci questi possono essere riposti in una scatola a misura o in uno o più sacchetti di plastica per proteggerli dalla polvere.

Riporre i nastri argentati

Forse si tratta della decorazione natalizia più difficile da far durare nel tempo. Costrette e subire strattoni, piegature e sfilacciamenti, i fili argentati e dorati, di solito perdono metà del loro fascino attaccato ai rami degli alberi.
Possono però essere riposti in maniera simile alle luci natalizie, in sacchetti di plastica o stoffa o avvolte in carta di giornale per evitare di rimanere impigliate in altre decorazioni. Se non sono troppo lunghe possono essere riposte anche nelle cartelline trasparenti dei quaderni ad anelli per poi essere conservate insieme alle alte decorazioni.

Conservare le Palline Natalizie

Se si utilizzano palline dell’ albero di Natale in plastica spesso è sufficiente avere una scatola di cartone o di plastica dura, abbastanza resistente per riporle evitando siano urtate o schiacciate.
In caso di palline di ceramica o vetro l’ideale sarebbe conservare la confezione originale per riporle. In alternativa è possibile avvolgerle in carta di giornale, stoffa, cotone idrofilo o lana.
Vecchi indumenti o anche la carta dei regali possono essere riciclati (tagliati a misura) per questa funzione.
Una volta “protette” le palline devono essere riposte di contenitori resistenti di cartone o plastica dura.

Consigli generali

Sia che si utilizzi scatole di cartone o plastica, sia che si opti per i sacchetti non trasparenti è consigliabile scrivere sempre cosa si trova all’interno di ogni involucro.
Se il luogo in cui si intende riporre gli addobbi è particolarmente umido è consigliabile utilizzare scatole di plastica e non di cartone e possibilmente sollevarle da terra (anche con dei mattoni) e tenerle discoste dal muro.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una recensione

L'indirizzo email non verrà pubblicato.