PRENOTA
UN HOTEL
PRENOTA
UN'ATTIVITÀ

Mercatini di Natale di Aosta – Marché Vert Noël

Nel cuore di Aosta, tra le antiche pietre del Teatro Romano

immagine di lovevda.it
0

Mercatini di Natale di Aosta - Marché Vert Noël Programma 2021

I Mercatini di Natale di Aosta, tra i più amanti del Nord Italia, regalano un motivo in più di magia al Natale, nel suggestivo villaggio alpino ricostruito nel cuore di Aosta, tra le antiche pietre del Teatro Romano.

La Giunta del Comune di Aosta ha deliberato che l’edizione 2021 dei Mercatini di Natale di Aosta si terrà in 2 luoghi distinti.
Nel rispetto delle normative anti covid, i mercatini si terranno come da tradizione presso il Teatro Romano ma anche in piazza Arco d’Augusto in modo da permettere di allestire le circa 50 casette di legno.

La manifestazione verrà divisa in 4 fasi:

Dal 20 novembre al 1° dicembre andrà in scena “En attendant le Marché”, dal 2 al 17 dicembre il “Marché de l’Immaculée”, dal 18 al 31 dicembre il “Marché Vert Noël” e dal 1° al 6 gennaio il “Marché du Nouvel An”.

 

Aosta Mercatini di Natale 2021

Dal 20 novembre 2021 al 6 gennaio 2022

Dall’ultima settimana di novembre a gennaio, il “Marché Vert Noël” di Aosta trasforma parte della città (l’area archeologica del Teatro Romano) in un borgo di montagna.

Ogni giorno i visitatori possono passeggiare per le “vie” del paese, tra i 51 chalet, alla ricerca di un’idea regalo tra deliziose specialità locali, vini, artigianato, oggetti d’altri tempi, regali… Per regalarsi qualche piacere a prezzi accessibili , respirando insieme un’aria di festa con un’atmosfera nordica!

I tanti prodotti artigianali comprendono: candele, saponi, oggetti in ceramica e legno fatti a mano, oggetti d’antiquariato, abbigliamento e accessori in lana e feltro cotto, canapa, pizzi, addobbi natalizi, prodotti enogastronomici tipici della regione, torte e pasticcini, oggetti realizzati con la tecnica del taglio o con altre tecniche di decorazione.

  • Data di apertura
    20 novembre 2021
  • Data di chiusura
    6 gennaio 2022
  • Orari di apertura
    Dalle 10:30 alle 20:30
  • Dove
    Area archeologica del Teatro Romano Via Baillage

Cosa vedere ad Aosta

Aosta si trova più o meno al centro della Valle d’Aosta, in una vallata attraversata dalla Dora Baltea, circondata dalle Alpi è bagnata dal fiume Buthier.

Anticamente la regione era abitata dai Salassi, popolazione di origine celtica. Dopo la seconda guerra punica, l’attenzione dei romani si spostò verso la Pianura Padana e le Prealpi, che potevano essere un’ottima difesa naturale contro le invasioni barbariche.
I romani invasero la zona, sottomettendo i Salassi, e fondarono la città di Augusta Praetoria Salassorum, di cui rimangono molte testimonianze nel centro storico della moderna Aosta.

Piazza Émile Chanoux

Émile Chanoux è la piazza principale di Aosta, dove si trova l’Hôtel de Villeis, che è il municipio della città. Si tratta di un edificio neoclassico con due sculture alla base, che rappresentano i due fiumi che scorrono nei pressi della città: la Dora Baltea e il Buthier. Sul tetto sono presenti un orologio e una meridiana.

Porta Pretoria

Porta Praetoria è la porta orientale della città di Augusta Praetoria Salassorum e risale al 25 a.C.
Si compone di due serie di archi: i due archi centrali sono più grandi ed erano destinati al passaggio dei carri, mentre i due più stretti ai due lati erano utilizzati dai pedoni.
Ai lati si trovano le due torri difensive. Gli archi sono realizzati con blocchi di ardesia, estratti dal letto della Dora Baltea.

Basilica paleocristiana di San Lorenzo

Non lontano da Porta Praetoria, si trovano i resti della Basilica paleocristiana di San Lorenzo. L’interno è a croce latina ed è possibile vedere i resti di vari ambienti liturgici e alcune tombe. Fu eretto nell’area dell’antica necropoli romana, sopra le tombe dei primi martiri.

Collegiata di Sant’Orso

La collegiata di Sant’Orso si trova proprio di fronte alla basilica paleocristiana. La piazza è dominata da un alto campanile romanico del XII secolo, staccato dalla chiesa sul lato opposto.
Il complesso di Sant’Orso è costituito da una chiesa, il Priorato, e un chiostro, accessibili sul lato sinistro della chiesa.

Da vedere assolutamente il coro ligneo quattrocentesco, il soffitto con archi in legno, gli affreschi e la cripta. Entrare nel chiostro di Sant’Orso significa fare un salto nel Medioevo.
Ci si trova all’interno di un cortile con portico, i capitelli e le colonne sono in marmo bianco e raffigurano scene del Nuovo e dell’Antico Testamento, momenti della vita di Sant’Orso, personaggi e animali fantastici.

Arco di Augusto e ponte romano

L’Arco d’Augusto si trova sull’asse con Porta Praetoria e fu edificato nel 25 a.C., dopo la vittoria dei Romani contro i Salassi.
Il crocifisso posto sotto l’arco fu aggiunto nel Medioevo, quando l’Arco d’Augusto divenne luogo di processioni che chiedevano protezione contro le continue alluvioni del vicino fiume Buthier.

Il crocifisso che vediamo oggi, però, non è quello originale del XV secolo, ma una copia; l’originale è conservato nel Museo dei Tesori del Duomo di Aosta.
Continuando a camminare per una cinquantina di metri, incontrerai il ponte romano, costruito nello stesso periodo dell’Arco d’Augusto.

I migliori hotel da prenotare ad Aosta per visitare i mercatini di Natale

Tour e attività da fare ad Aosta