Le Tradizioni Natalizie Austriache

Come si festeggia il Natale in Austria

Stiamo aggiornando le date dei MERCATINI DI NATALE 2021

Quali sono le tradizioni natalizie austriache durante il periodo dell'Avvento?

Il periodo dell’Avvento in Austria è anche conosciuto come “il periodo più tranquillo dell’anno”. È un periodo ricco di antiche tradizioni: cuocere biscotti, montare addobbi natalizi, cantare canti natalizi e molte altre usanze molto amate e condivise dalle famiglie nelle settimane che precedono il Natale.

Chi porta i regali?

Alcune tradizioni del Natale sono le stesse ovunque: godersi la prima neve, vivere la natura durante le passeggiate invernali o le giornate all’aperto, desiderare regali. Ma alcune cose sono diverse in Austria: per esempio, lo sapevi che qui non è Babbo Natale a portare i regali  ma è il “Christkind” (il Cristo Bambino o Gesù Bambino)? I regali non vengono aperti il 25 dicembre, ma la vigilia di Natale. E come ti assicuri che il Christkind porti il regalo desiderato? In alcune regioni dell’Austria, i bambini lanciano la loro lettera di Natale nel camino per realizzare i loro desideri natalizi.

San Nicola e i Krampus

Durante il periodo dell’Avvento, alcuni personaggi folcloristici potrebbero bussare improvvisamente alla tua porta di casa. Il simpatico San Nicola e il suo sinistro compagno Krampus verranno a casa tua per chiederti quali bambini sono stati bravi quest’anno. Tradizionalmente, i bambini ben educati vengono ricompensati con dolci, noccioline e mandarini, mentre potresti sentire una parola di avvertimento per i più birboni.

Nei paesi della “Silent Night” dell’Alta Austria, nel Tirolo e nel Salisburghese, questa tradizione viene celebrata il 6 dicembre. I bambini attendono con impazienza il tanto temuto Krampus Day (5 dicembre), quando le persone si travestono con costumi spaventosi fatti di pelle di pecora, indossano maschere intagliate con corna di capra e vanno in giro a fare dispetti per le strade del villaggi.

Il ``Perchten`` corre tra le Alpi

Il nuovo anno porta le spettacolari esibizioni dei “Perchten” in Tirolo e nel Salisburghese. I Perchten sono figure alpine tradizionali legate alla mitica dea Perchta, anche chiamata la “Signora delle Bestie”: una guardiana del mondo animale e della natura nelle antiche culture cacciatrici Germaniche. In Italia la Perchta è associabile alla Befana.

Spesso spaventosi e sempre molto rumorosi, con campanelli e sonagli legati al collo, la cosiddetta “bellissima Perchten” (che rappresenta gli spiriti buoni) e la “brutta Perchten” (che rappresenta gli spiriti maligni) vagano per i villaggi, scacciando gli spiriti invernali. L’abbigliamento consiste in maschere di legno intagliate e indumenti realizzati con pelli ruvide. La bellissima Perchten nota come “Tresterer” batte i piedi e canta per la fertilità nel comune di Stuhlfelden nella zona del Pinzgau di Salisburgo. Molti paesi del Tirolo organizzano elaborate piste Perchten, alcune delle quali offrono anche spettacolari spettacoli di fuoco.

Presepi

Ogni anno, dal 24 dicembre al 2 febbraio (giorno della Candelora), i contadini e gli intagliatori di presepi del Salisburghese aprono le porte al pubblico, presentando i loro presepi di famiglia realizzati artigianalmente. È anche tradizione realizzare con amore e costruire continuamente “presepi di comunità”.

In questi presepi locali, la storia biblica della nascita di Cristo è inserita in un ambiente regionale. La tradizione dei presepi fatti a mano e della loro mostra privata nella regione del Salzkammergut ha avuto origine con un’ordinanza del 1782 dell’imperatore Giuseppe II che vietava di allestire i loro presepi, spesso molto decorati, in chiesa. Ciò ha incoraggiato artigiani esperti a costruire i propri presepi e statuette e ad esporli invece nelle loro case. Questo, a sua volta, ha portato allo sviluppo di elaborati “presepi paesaggistici” con scene molto grandi e complesse.

La Vigilia di Natale

L’albero di Natale gioca un ruolo molto importante e ogni città allestisce il proprio albero di Natale. Un albero tradizionale è decorato con ornamenti d’oro e d’argento, stelle fatte di paglia, dolci e caramelle avvolti in carta stagnola, noci dorate, biscotti decorati di pane allo zenzero ecc.
Alla vigilia di Natale, i negozi chiudono intorno alle 18:00. e non ci sono spettacoli cinematografici o teatrali né concerti. La maggior parte dei bar, ristoranti e locali notturni sono chiusi e il traffico è quasi inesistente. Ci sono, tuttavia, alcune caffetterie, bar e ristoranti aperti a Vienna.
Intorno alle 19:00 alla vigilia di Natale, l’albero viene acceso per la prima volta e tutta la famiglia si riunisce per cantare i canti natalizi. “Silent Night”, scritto ed eseguito per la prima volta il 24 dicembre 1818 da Josef Mohr e Franz Gruber nel villaggio austriaco di Oberndorf, è ancora il canto natalizio preferito.

Adesso che sai tutto sulla tradizione del Natale austriaco, non ti resta altro che programmare una visita ad uno dei più bei mercatini di Natale in Austria !

La Letterina
Booking.com
Booking.com
Leggi anche